► Lidia III Faith Graig

Si pensa sia nata ad Atholon, ma alcune voci dicono sia discendente di una grande famiglia nobile e originaria delle terre di Arcadia, la quale approdò all’isola di Atholon senza un motivo ben chiaro, e non fece più ritorno alle terre d’origine.
Sin da quando ebbe pochi anni di vita fu chiara in lei la predilezione naturale per la magia arcana. Anche per questa ragione, intraprese la strada degli studi accademici ed arcani, presso una delle grandi torri del Concilio degli 8 Anelli, dove si distinse in particolare per ciò che riguardava la Divinazione.


Con rammarico della famiglia decise di abbandonare gli studi ed intraprendere una vita i avventure, soprattutto per mare dove scambiava le sue abilità di Divinatrice in cambio di passaggi. Questo allontanarsi ovviamente la portò ad avere numerosi problemi con il Concilio.


Fu un lungo viaggio, quello che la portò infine ad entrare a far parte della Compagnia del Mare dell’Ovest, proprio cercando protezione e rifugio presso una delle più grandi e famose gilde mercantili e navali di Vezia, in cambio di conoscenze e qualche dritta importante nelle numerose spedizioni di cui fece parte.
Da diversi anni in seno alla Compagnia, si occupa di tutte quelle questioni in cui è necessaria la conoscenza dell’arte magica; dell’insegnamento degli orfani, nel quale affianca Cordalia durante il suo operato; dell’organizzazione dei viaggi e del reclutamento di personale esterno per il mantenimento e la crescita della stessa gilda, compito che le è stato affidato per la spiccata empatia innata che possiede.

Di indole mite, pacifica, tutt’altro che battagliera, nasconde una grande forza d’animo ed una temerarietà che a primo acchito di certo non le si addicono. La sua leggendaria calma e pazienza sono le qualità più apprezzate tra i membri di diversi equipaggi, i quali si rivolgono a lei non solo per le sue divinazioni, ma anche per la calma che riesce ad infondere nei cuori spesso provati dei marinai.


La sua conoscenza è quanto di più prezioso Ella possieda, e tutto al di fuori di ciò è in lei umile e completamente disinteressato ai valori ed effetti materiali. Spesso timida, si comporta in modo scostante con coloro che conosce da poco tempo; ma chi non si sofferma alle prime apparenze rimane colpito dal suo animo puro, come quello di un ragazzino, entusiasta, curioso, sempre alla ricerca di nuove avventure e nuove identità sconosciute.